Le grandi mostre del 2018: eventi da non perdere

Il 2018 deve ancora arrivare e già si presenta con un ottimo biglietto da visita per gli amanti dell’arte. Un calendario ricco di grandi mostre che farà sicuramente sognare ed emozionare molte persone. qui di seguito troverete solo un piccolissimo sunto delle proposte.

Partiamo subito con “The Pink Floyd exibition. Their mortal remains” che, dopo il successo riscosso a Londra,  si sposterà al Macro di Roma dal 19 gennaio all’1 luglio. È una mostra audiovisiva che ripercorre i 50 anni di carriera del leggendario gruppo rock, presentando aspetti inediti dell’universo Pink Floyd. Il visitatore è accompagnato, lungo tutto il percorso, dalla musica e dalle parole di tutti gli artisti che hanno fatto parte del gruppo come Syd Barrett, Nick Mason, Roger Waters, Richard Wright e David Gilmor. Il clou dell’evento sarà nella “performance zone”, dove si entra in uno “spazio audiovisivo immersivo” che ricrea l’ambiente del concentro al Live 8 del 2005 con l’interpretazione di “Comfortably numb”. Si potrà assistere anche al video (solo durante il periodo romano della mostra) di “One of these days” tratto dall’esibizione a Pompei.

Milano, presso il Mudec,  dall’1 febbraio fino al 3 giugno 2018 ospita “Frida Kahlo. Oltre il mito.” L’evento ha creato molta attesa perché finalmente sarà messa in risalto l’arte della Kahlo, spesso messa in ombra dalla vita della pittrice stessa. Si parlerà dell’artista Frida Kahlo e saranno radunate tutte le sue opere (tele, disegni e scatti fotografici), provenienti sia dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, sia dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico.

Sempre a Milano, dal 18 ottobre 2018, a Palazzo Reale, si potrà visitare  una mostra dal titolo “Picasso e il mito”, in cui mitologia e bestialità fanno da tema predominante nelle opere di Pablo Picasso, scelte per essere esposte.

Palazzo Strozzi a Firenze, dal 16 marzo al 22 luglio 2018, sarà la sede preposta ad ospitare “Nascita di una nazione. Arte italiana dal dopoguerra al Sessantotto”. Si tratta sicuramente di uno dei periodi artistici meno conosciuti ed esplorati della storia dell’arte italiana. La mostra permetterà un viaggio straordinario dove, in poco più di 20 anni, si incontrano artisti del calibro di Lucio Fontana, Alberto Burri, Renato Guttuso, Mario Merz, Michelangelo Pistoletto e Mario Schifano.

Palazzo Ducale e le Gallerie dell’Accademia di Venezia ospiteranno, a partire dal 7 settembre 2018 una mostra dedicata a Tintoretto nel 500esimo anniversario della nascita. Si potranno ammirare opere  sia provenienti da musei sia da collezioni private.

Lascia un commento